Confindustria Umbria guarda con ottimismo all'export

“Umbria Business Matching” è stata l’occasione per Confindustria Umbria di favorire e sostenere una reciproca conoscenza tra le realtà economico-imprenditoriali del territorio e per verificare opportunità di collaborazioni nazionali e internazionali. Il Padiglione 9 di Umbria Fiere a Bastia Umbra ha visto la partecipazione di circa trecento aziende.

Al centro congressi si sono svolti una serie di appuntamenti tra cui tre Country presentation dedicate a Tunisia, India e Argentina cui hanno partecipato i rappresentanti delle rispettive Ambasciate. A quello con i rappresentanti tunisini ha partecipato Giuseppe Colaiacovo, Direttore Generale CAT e Vicepresidente Colacem, portando la positiva ed impegnativa esperienza ultradecennale dell’azienda eugubina in un territorio che ha presentato anche a tratti delle forti criticità per i processi produttivi.

E’ stata questa l’occasione per ribadire con forza la filosofia di Colacem che ha voluto investire in Tunisia seguendo i principi della sostenibilità. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Colacem ha esportato così un modello che si è imposto come eccellenza del fare industria. I lavori sono stati chiusi dall’intervento di Francesco Bracchi per la società del Gruppo Financo Grifo Broker.

Nel pomeriggio si è svolto il workshop organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Umbria dal titolo “L’economia dei cambiamenti”, dedicato alla share economy e al crowdfunding.

 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info