28/10/2015

Gestione aree estrattive

Per la produzione di cemento vengono utilizzati calcare e argilla: materie prime naturali estratte da cave e miniere.

Per questo l’obiettivo Colacem è mitigare al massimo gli impatti delle proprie attività estrattive, rendendo possibile un recupero ambientale con un nuovo valore naturalistico, salvaguardando le biodiversità e gli ecosistemi, offrendo nuovi spazi fruibili alla collettività.

Tutte le attività estrattive Colacem hanno un progetto di coltivazione mineraria che prevede un piano di recupero ambientale dell’area. Ogni progetto è basato:

- su una seria valutazione degli impatti ambientali

- sul coinvolgimento degli stakeholder

 

per garantire la salute e la sicurezza dentro e fuori il sito.

Le metodologie di coltivazione e recupero ambientale delle proprie cave e miniere sono risultate casi di eccellenza sulle “Linee Guida per la Progettazione, Gestione e Recupero delle Aree Estrattive”, pubblicate da Aitec e Legambiente, una delle più importanti associazioni ambientaliste italiane.

Sempre per la capacità di gestire e riambientare le proprie aree estrattive, Colacem è stata protagonista a Superquark, la celebre trasmissione scientifica condotta da Piero Angela sulla prima rete nazionale.

OGNI ANNO (in media):

- 700.000 euro per i recuperi ambientali

- 50.000 mq di superficie recuperata

- 10.000 piante messe a dimora

 

Queste foto testimoniano solo una parte dei vari recuperi ambientali che Colacem ha effettuato negli anni. Le date a cui fanno riferimento le singole fasi dei recuperi dimostrano come l’approccio Colacem alla sostenibilità sia vivo da sempre.

ALCUNI ESEMPI DI BUONE PRATICHE

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info